13 febbraio 2018

Carnevale 2018

Carnevale 2018

 

 
Siamo a Febbraio,
 il mese per antonomasia del Carnevale.
La festa di Carnevale risale al periodo greco-romano 
ed è  legata alle cerimonie pagane in onore del dio Saturno, 
per propiziare un raccolto copioso.
 Più tardi è entrato a far parte del calendario liturgico 
ponendosi tra l'Epifania e la Quaresima. 
Il termine "carnevale" deriva, infatti, da "carnevalare" 
(carnem levare) che significa
 "togliere la carne dalla dieta"
poichè dopo l'Epifania ci si asteneva dal mangiare la carne.
 Nel medioevo il martedì e giovedì prima delle ceneri
 venivano detti "grassi" e si festeggiava 
con ricchi banchetti e ogni tipo di divertimento.
In Italia la data ufficiale che apre la festa 
del Carnevale è il 17 gennaio, 
ma nei piccoli paesi della penisola e nel resto del mondo
 le date di apertura del carnevale sono variabili.
 Possono cominciare il giorno di Santo Stefano, 
l'Epifania, il 17 gennaio o il 2 febbraio.
Il vero scopo del carnevale è la purificazione.
 Un particolare, infatti, unisce tutti i luoghi 
il giorno in cui i carri allegorici sfilano mostrando 
le proprie maschere e cioè il funerale di un enorme
 "omaccione", 
che altro non è che l'anno vecchio che muore
 e porta via con sé tutti i mali passati.

L'ultimo giorno di Carnevale è il così detto
 "martedi grasso" 
che cade il 47esimo giorno prima di Pasqua.

Carnevale in Italia

Tanti i carnevali italiani che sono diventati famosi
 e meritano una visita, come Cento,
 Acireale, Putignano, Ivrea, Milano...
ma due spiccano su tutti:
 il Carnevale di Viareggio e il Carnevale di Venezia.

In molte città d'Italia sfilano carri allegorici 
con maschere e vestiti tradizionali di Carnevale.

 È una festa molto attesa dai bambini ma anche dai più grandi, 
con feste in piazza e nei locali, dove molto spesso si organizzano
 concorsi per premiare i costumi 
e i vestiti di carnevale più belli e originali.

Maschere di Carnevale 

Le maschere tradizionali italiane sono tante,

 nate con la Commedia dell'Arte 

del Cinquecento e ciascuna originaria 

di una particolare città:

 Arlecchino e Brighella, 

maschere originarie di Bergamo,

 Pantalone e Colombina (Venezia),

 Pulcinella (Napoli),

 Ballanzone (Bologna),

 Gianduia (Torino), 

Rugantino (Roma), 

Meneghino (Milano).


Post più visitati

La Cripta di Crisante e Daria

Presentazione Storico/Culturale del Castello d'Oria

Post più popolari

Bar Carone - La SCARPETTA

"Lu Picurieddu ti Pasca"

i Miei Pensieri...

Fotografare era la mia passione: mi consideravo soddisfatto solo quando riuscivo a far "parlare" la fotografia.

Dedicavo gran parte del mio tempo a realizzare scatti, sempre con l'intento di cogliere l'attimo negli eventi, nelle cose e nelle manifestazioni più varie della natura.

Amo la spontaneità e mi affido all'intuizione.

I risultati migliori infatti li ottenevo quando fotografo all'insaputa del soggetto, e la foto è pura espressività.

Infine, penso alla fotografia come ad un'arte che matura e si evolve attraverso la passione, l'impegno e a una continua ricerca.

La fotografia è anche, un dettaglio della Vita, poter rivivere con serenità i ricordi di un momento particolare.

In queste pagine sono lieto nel proporvi alcuni scatti fotografici dove la naturalezza della scena evidenzia particolari in grado di rendere bella una foto e addolcire la scena fotografata.


Non mi è stato possibile chiedere a tutte le persone, le cui foto sono presenti in questo sito, se gradivano o meno questo inserimento; qualora qualcuna si ritenga offesa o infastidita da ciò, non ha che da telefonarmi o inviarmi e-mail all'indirizzo sotto pagina indicato ed io provvederò a togliere la o le foto indicatemi !

Ricordo a tutti, in ogni caso,

'che questo sito non è a fine di lucro'

ma soltanto una grande soddisfazione personale.

-.-