25 luglio 2011

Suoni Canti e Danze in Piazza d'Armi del CASTELLO d'ORIA

SUONI, CANTI E DANZE NELLA PIAZZA D’ARMI DEL CASTELLO DI ORIA.
Gli appuntamenti del venerdì con “Un castello da raccontare”

Si terrà venerdì prossimo, 29 luglio, dalle 18 alle 20 
il primo corso di danza popolare presso il Castello di Oria. 

Seguirà, alle ore 21.30, il concerto di pizziche e tarantelle 
tenuto dall’ensemble diretto da Daniela Mazza.
 Gli appuntamenti sono inseriti nel programma estivo
“Un Castello da raccontare”: 
la ricca rassegna di attività per scoprire, 
vivere ed apprezzare la storia, 
le tradizioni, 
la bellezza di un Monumento Nazionale che sorge tra due mari, 
Adriatico e Jonio, carico di fascino e di storie.


Nella grande Piazza d’Armi del Castello, 
Daniela Mazza e Giacomo Costante, 
leader dell’Associazione “Le Perle di Puglia”, 
condurranno gli allievi e gli spettatori 
in un viaggio attraverso i suoni e i ritmi del nostro Meridione.
 Rivolto a tutti, singolarmente o in coppia, 
il corso è pensato e voluto soprattutto avvicinare 
i tanti forestieri che scelgono di trascorrere 
le proprie ferie nelle vicinanze di Oria e nel Salento. 
 Gli interessati potranno presentarsi 
alla biglietteria del Castello di Oria entro le ore 18.00.


Il corso ha l’obiettivo di fornire un primo approccio teorico e pratico 
ai balli tradizionali del Salento, 
mettendo a confronto la pizzica pizzica di ieri con quella di oggi. 

E’ un’opportunità quindi per conoscere e sperimentare 
passi e tecniche dei balli tradizionali del Sud Italia, 
che avevano la funzione non solo di divertire ma anche di guarire.

Infatti la pizzica-pizzica non è stata solo una danza popolare. 

E’ stata anche una danza terapeutica,
perpetuando così una tradizione antichissima 
in cui si fondevano la musica, il rito, la medicina e la magia. 

Il ritmo è quello ternario della tarantella, 
scandito dal tamburello accompagnato da violino, 
organetto, chitarra, mandolino.


Sempre sulla Piazza d’Armi, 
in questo spazio che è il punto più alto tra Brindisi e Taranto 
e in un luogo sospeso nel tempo, 
si svolgerà il concerto di musica popolare 
con un vasto repertorio di suoni e canti popolari, 
canti di lavoro e d'amore, tarantelle, stornelli e serenate.


Sopravvissuta ai secoli, 
la musica tradizionale continua ancor oggi ad avere quel 
suo antichissimo, irresistibile e magico potere di aggregazione, 
di collante sociale: 
una “chiamata” viscerale alla danza e all’insieme. 

L'Ensemble è composta da Daniela Mazza, 
direzione artistica,chitarra, organetto, tamburo a cornice, castagnette; 
Francesco Melle, voce, tamburo a cornice; 
Vanessa Tarentini, voce, tamburo a cornice, castagnette
Luciano Gennari, voce, chitarra, mandolino
Simone Lamusta, fisarmonica; 
Antonio Melle, voce, tamburi a cornice. 

Nutrito anche il gruppo dei ballerini che include, oltre ai musicisti, 
anche Giacomo Costante e Silvia Carrozzo.


“Registriamo il crescente e forte interesse da parte di tutti 
verso le attività promosse dal Castello di Oria 
 dichiara Emanuela Romanin. 

Tantissimi turisti e molti residenti, se possono, 
ritornano volentieri ogni venerdì con amici e parenti. 

E’ uno straordinario passaparola che premia l’impegno e la programmazione. 

Possiamo serenamente affermare che la riapertura del castello 
influenza positivamente la presenza turistica sul territorio di Oria. 

Dati alla mano, il nostro sito internet 
– conclude Romanin – 
è uno strumento d’informazione ed approfondimento 
consultato quotidianamente da centinaia di visitatori”.

fonte: Castello d'Oria

foto di: www.toninocarbone.it
       

Post più visitati

La Cripta di Crisante e Daria

Presentazione Storico/Culturale del Castello d'Oria

Post più popolari

Bar Carone - La SCARPETTA

"Lu Picurieddu ti Pasca"

i Miei Pensieri...

Fotografare era la mia passione: mi consideravo soddisfatto solo quando riuscivo a far "parlare" la fotografia.

Dedicavo gran parte del mio tempo a realizzare scatti, sempre con l'intento di cogliere l'attimo negli eventi, nelle cose e nelle manifestazioni più varie della natura.

Amo la spontaneità e mi affido all'intuizione.

I risultati migliori infatti li ottenevo quando fotografo all'insaputa del soggetto, e la foto è pura espressività.

Infine, penso alla fotografia come ad un'arte che matura e si evolve attraverso la passione, l'impegno e a una continua ricerca.

La fotografia è anche, un dettaglio della Vita, poter rivivere con serenità i ricordi di un momento particolare.

In queste pagine sono lieto nel proporvi alcuni scatti fotografici dove la naturalezza della scena evidenzia particolari in grado di rendere bella una foto e addolcire la scena fotografata.


Non mi è stato possibile chiedere a tutte le persone, le cui foto sono presenti in questo sito, se gradivano o meno questo inserimento; qualora qualcuna si ritenga offesa o infastidita da ciò, non ha che da telefonarmi o inviarmi e-mail all'indirizzo sotto pagina indicato ed io provvederò a togliere la o le foto indicatemi !

Ricordo a tutti, in ogni caso,

'che questo sito non è a fine di lucro'

ma soltanto una grande soddisfazione personale.

-.-