19 aprile 2009

XI Settimana della Cultura

^ clik sul manifestino per slideshow della serata di inaugurazione ^

^clik foto per slide show della giornata alla cripta dei martiri Crisante e Daria^

^ clik foto per slide show del Palazzo Vescovile ^

XI Settimana della Cultura.

Il Ministero da oltre trenta anni dedica

ogni anno una settimana alla

promozione del patrimonio culturale,

con l’organizzazione di eventi e

l’apertura gratuita di tutti i luoghi statali.


La manifestazione che quest’anno

si svolgerà dal 18 al 26 aprile 2009,

è alla sua XI edizione con il nuovo

ciclo denominato

“Settimana della Cultura”.


Scopo fondamentale dell’iniziativa

è quello di favorire la conoscenza

della cultura e di trasmettere l’amore

per l’arte ad una sempre più ampia

platea di cittadini che per sette giorni

potranno scegliere tra mostre,

convegni, laboratori, visite guidate,

concerti, spettacoli,

proiezioni cinematografiche

e aperture straordinarie

in tutte le regioni d’Italia.

Con lo slogan scelto quest’anno

La cultura è di tutti:

partecipa anche tu”,

si vuole mettere l’accento su due

concetti fondamentali:

il valore inestimabile del patrimonio

culturale e la sua natura di risorsa

preziosa e ineguagliabile a disposizione,

ogni giorno,

di ciascun cittadino e tradizionalmente

offerta gratuitamente per la

Settimana della cultura.

In Oria molti sono gli eventi organizzati

in questi sette giorni con la

collaborazione di tante istituzioni

pubbliche e private.

La Biblioteca Comunale

“De Pace – Lombardi”

ha aderito all’iniziativa proponendo

un piccolo calendario di

appuntamenti ricco ed articolato

per le tematiche trattate e le

attività proposte.

Presso Palazzo Martini,

dal lunedì al sabato dalle

ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle

ore 18.00 alle ore 21.00.

Una delle testimonianze
della presenza di

comunità ebraiche in Oria

è rappresentata da questa

stele sepolcrale,

conservata nella

Biblioteca Comunale.

Il cippo, in calcare tenero,

fu rinvenuto

in data incerta dall’arcidiacono

G. R. Lombardi, probabilmente nei

pressi della chiesetta della

Madonna delle Grazie,

ed è composto da una base

cilindrica e di una stele

parallelepipeda sulla quale

sono incisi dei testi epigrafici e,

in rilievo dei simboli ebraici:

il candelabro a sette bracci

e il corno dell’ariete.

L’iscrizione principale

è in lingua

ebraica mentre,

sulla sommità della stele,

sono riportati in

latino con riferimenti

ad una donna defunta


Vengono esposti al

pubblico i tesori

della biblioteca

“De Pace – Lombardi”

per far conoscere a quanti

non hanno

ancora avuto la possibilità

di apprezzare

i pregevoli volumi

del patrimonio

librario locale.

Grazie all’Amministrazione Comunale,

al responsabile dell’archivio storico

comunale Antonio Carone,

alla Dott.ssa Maria F. Solazzo,

alla Soprintendenza Archivistica

per la Puglia è stato possibile

“dar voce alle carte”,

cioè ai documenti dell’archivio

storicocomunale,

che hanno permesso

di ripercorrere momenti

molto importanti e significativi

della storia della cittò di Oria

dal 1816 al 1972.

Con questa mostra si è

voluto proporre

l’esposizione delle

statuette che riproducono

la processione dei

Misteri in Oria:

Cristo nell’orto,

Cristo alla colonna,

Cristo “alla cannicedda”,

Cristo che trasporta la croce,

Cristo morto e l’Addolorata.

Le piccole statue in gesso sono

state realizzate da

Enzo D’Alessano

mentre i costumi,

curati nei minimi dettagli,

sono stati creati da

Maria Malva.

Per rivivere i riti e le

tradizioni in Oria

dalla Quaresima alla

settimana santa

sono in mostra alcune

foto significative,

di Tonino Carbone,

la “Quaremma” con tutti

i suoi arnesi,

“li trenuli” e

gli abiti indossati

dai confratelli

delle congreghe

nella processione

dei misteri.

Gli eventi inseriti

nell’XI settimana

della cultura sono stati

organizzati e preparati

dai sei ragazzi del

Servizio Civile Nazionale

del progetto

“E-voluzione del libro”:

Gemma Ariano,

Giovanna di Castri,

Marilina Carucci,

Annalucia Chiedi,

Giusy Sabba,

Claudio Scialpi

e dalla coordinatrice

dott.ssa Maria F. Solazzo,

che ringraziano per la

sempre puntuale

sensibilità mostrata

in merito alle iniziative

di carattere culturale il

Sindaco Cosimo Ferretti,

l’Assessore alla Cultura

Giovanni Guida e

l’Amministrazione

Comunale tutta.

L’inaugurazione avverrà

sabato 18 aprile

presso Palazzo Martini

alle ore 18.00.

Post più visitati

La Cripta di Crisante e Daria

Presentazione Storico/Culturale del Castello d'Oria

Post più popolari

Bar Carone - La SCARPETTA

"Lu Picurieddu ti Pasca"

i Miei Pensieri...

Fotografare era la mia passione: mi consideravo soddisfatto solo quando riuscivo a far "parlare" la fotografia.

Dedicavo gran parte del mio tempo a realizzare scatti, sempre con l'intento di cogliere l'attimo negli eventi, nelle cose e nelle manifestazioni più varie della natura.

Amo la spontaneità e mi affido all'intuizione.

I risultati migliori infatti li ottenevo quando fotografo all'insaputa del soggetto, e la foto è pura espressività.

Infine, penso alla fotografia come ad un'arte che matura e si evolve attraverso la passione, l'impegno e a una continua ricerca.

La fotografia è anche, un dettaglio della Vita, poter rivivere con serenità i ricordi di un momento particolare.

In queste pagine sono lieto nel proporvi alcuni scatti fotografici dove la naturalezza della scena evidenzia particolari in grado di rendere bella una foto e addolcire la scena fotografata.


Non mi è stato possibile chiedere a tutte le persone, le cui foto sono presenti in questo sito, se gradivano o meno questo inserimento; qualora qualcuna si ritenga offesa o infastidita da ciò, non ha che da telefonarmi o inviarmi e-mail all'indirizzo sotto pagina indicato ed io provvederò a togliere la o le foto indicatemi !

Ricordo a tutti, in ogni caso,

'che questo sito non è a fine di lucro'

ma soltanto una grande soddisfazione personale.

-.-